Compostaggio Domestico

Compostaggio Domestico

 Compostaggio domestico

SCONTO ALLE UTENZE DOMESTICHE CHE ATTUANO IL COMPOSTAGGIO

Per gli effetti dell’applicazione del Tributo Comunale sui Rifiuti e sui Servizi – TARES (L. 22/12/2011, n 214) in base a quanto previsto dall’art. 22, comma 2, del Regolamento Comunale, è possibile richiedere a MASTER s.r.l. uno sconto in tariffa.

È prevista per le utenze domestiche l’applicazione di una riduzione del 10% della quota variabile della tariffa compilando il Modulo riduzione utenze domestiche compost (dichiarazione ai sensi dell’art. 31 del Regolamento Comunale).

Per fruire della riduzione l’utente deve inoltre:

• aver attivato il compostaggio domestico in modo continuativo nell’anno di riferimento;

• essere iscritto nel Registro Comunale dei Compostatori Domestici istituito dal Comune di Massa;

• utilizzare una compostiera di tipo chiuso posizionata direttamente a contatto con il terreno;

• rispettare la normativa in materia di condizioni igienico-sanitarie previste per effettuare il compostaggio domestico, evitando disagi ai vicini e utilizzando il compost risultante per i corretti fini.

L’utente si impegna altresì a far accedere gli operatori incaricati da A.SM.I.U. al luogo di posizionamento
del composter e/o a restituire la scheda tecnica consegnata per il monitoraggio annuale
riguardante l’andamento del compostaggio.

Il compostaggio domestico è un metodo che, imitando il ciclo della natura (in maniera controllata e accelerata), permette di ottenere dalla decomposizione dei rifiuti un terriccio ottimo per il giardinaggio e per l'agricoltura.

Il compostaggio è il risultato di un modo di trattare i rifiuti organici e vegetali, i quali sono completamente biodegradabili e quindi possono tornare a nutrire il ciclo vitale della natura trasformandosi in compost.

Il compost è un terriccio ricco di nutrimento per aiuole, orti e campi. La compostiera – o composter – è un contenitore appositamente costruito per favorire il processo di compostaggio dei rifiuti organici.

SCARICA QUI IL DOCUMENTO SULLE TECNICHE DI COMPOSTAGGIO

 

Il progetto

 “Nulla è perduto… Io composto” è il nome del progetto nato dal percorso del Bilancio Partecipato  per ridurre la quantità di rifiuto prodotta nel comune. Tale progetto è risultato fra i più votati al termine del percorso partecipativo e viene oggi attivato dal Comune  e da ASMIU che, a sua volta, aveva presentato un progetto analogo nell’ambito del bando per la riduzione dei rifiuti, preparato dalla Provincia di Massa Carrara e finanziato dalle Regione Toscana. Il progetto “Nulla è perduto …. Io composto”, nato da questa sinergia, si  pone l’obiettivo di incentivare la pratica del compostaggio domestico della frazione “umida” del rifiuto solido urbano (RSU).

Ai cittadini che aderiranno saranno distribuiti, a titolo gratuito e fino ad esaurimento scorte, dei composter della capacità di 310 litri.

Il buon esito dell’intervento sarà assicurato da un sintetico corso di formazione, dalla distribuzione di materiale informativo e dal supporto al ciclo di compostaggio.

Il progetto intende inoltre far emergere coloro che già praticano autonomamente il compostaggio domestico al fine di censirli e iscriverli, attraverso la compilazione di una semplice autocertificazione, nel registro dei compostatori.

Per aderire all’iniziativa il cittadino interessato potrà rivolgersi all’ URP (Ufficio Relazioni col Pubblico) del Comune di Massa telefonando al numero verde 800 013 846   oppure al numero 0585 490259   o inviando una mail all’indirizzo - iocomposto@comune.massa.ms.it 

Riceverà così tutte le informazioni necessarie per compilare il  modulo di adesione al progetto che è scaricabile dal sito http://iocomposto.comune.massa.ms.it.

Istruita la pratica di adesione dagli uffici comunali, il cittadino potrà presentarsi ad ASMIU, in Via dei Limoni n. 23, con il modulo compilato per il ritiro della compostiera depositata presso la Ricicleria o iscriversi in una lista di distribuzione per la consegna a domicilio.

Aderendo al progetto, il cittadino verrà iscritto nel registro dei compostatori, sarà assistito nella sua attività che sarà oggetto di monitoraggio periodico da parte di  addetti specializzati.

                                        

 
I dati, una volta acquisiti, saranno utilizzati per certificare all'Agenzia Regionale Recupero Risorse una quota di Raccolta Differenziata.E', infatti, a tal proposito doveroso ricordare che la buona pratica del compostaggio consente di ridurre il volume e la quantità di rifiuti da smaltire oltre ad eliminare lo sgradevole problema dei cattivi odori che emanano dai cassonetti qualora vengano introdotti al loro interno rifiuti umidi e putrescibili.